logounuci reg Logo registrato


  

 

logounuci reg

UNIONE NAZIONALE UFFICIALI IN CONGEDO D’ITALIA

Il Presidente Nazionale

 

Roma, 24.04.2019

Via Nomentana n. 313- 00162 Roma

Tel. 06.85.37.61.00 
Fax 06.84.14.555

www.unuci.org

 

INCONTRO CON IL GABINETTO DEL MINISTRO

11aprile 2019

Il Presidente nazionale ha esposto il seguente problema:

USO DELL’UNIFORME ALL’ESTERO DA PARTE DEL PERSONALE IN CONGEDO

Le Associazioni partecipano a numerosi incontri e gare internazionali in Italia e all’estero.

Tra queste ultime vi sono, ad esempio, le riunioni degli organismi associati alla NATO come CIOR (Confédération Interalliée des Officiers de Réserve) e CIOMR (Confédération Interalliée des Officiers Médicaux de Réserve), che si tengono ogni anno sia nel mese di febbraio presso il Comando NATO di Bruxelles, sia nel periodo giugno-luglio, a rotazione, presso uno dei Paesi membri dell’Alleanza.

Ebbene, tutti i rappresentanti dei vari Paesi partecipano alle riunioni in uniforme, eccetto quelli italiani che, da qualche anno, hanno il divieto di indossare l’uniforme all’estero e che spiccano, pertanto, per la loro diversa tenuta. Questo è visto con una certa ironia dai rappresentanti degli altri Paesi, che stentano a credere che per la sola Italia possano sussistere motivi particolari, riferibili al settore sicurezza.

La stessa cosa accade in occasione di gare internazionali svolte all’estero nelle quali, con sano spirito sportivo, si cimentano decine di pattuglie di personale in servizio e in congedo, ove i partecipanti stranieri vestono tutti l’uniforme del Paese di appartenenza, tranne il personale italiano, che ha la proibizione di indossare l’uniforme. Naturalmente, questo umilia e crea ironici commenti per il nostro personale. Anche perché è difficile pensare che in Italia vi siano problemi di sicurezza che sembrano insorgere appena superato il confine. Si tenga presente che una delle gare svolta annualmente in Italia ha un percorso che inizia in Lombardia, prosegue in un particolare poligono elvetico, per rientrare successivamente in Italia. Cosa dovrebbe accadere sul confine per i partecipanti italiani?

Alle gare di pattuglia, che vengono svolte annualmente nel Veneto, assieme al personale britannico partecipante interviene una banda musicale scozzese con tanto di cornamuse che, tra l’altro, tiene concerti in uniforme, con il suo tradizionale kilt, in diversi paesi della zona di gara con grande soddisfazione e ammirazione di amministratori locali e di pubblico.

E questo viene ripetuto, senza problemi di sorta, oltre che in Italia, anche in tutti i Paesi nei quali i britannici si recano a gareggiare. Non un solo Paese ha remore, in queste occasioni, a mettere il proprio personale in congedo in uniforme e i partecipanti ritengono risibili questioni di sicurezza, che coinvolgerebbero solo il personale italiano.

Per quanto sopra, si auspica che il personale in congedo italiano, che si reca per riunioni o gare sportive all’estero in contesti internazionali, possa vestire con rispetto e fierezza l’uniforme italiana alla stessa maniera in cui i rappresentanti di altri Paesi indossano la loro, senza ricorrere a strani, ridicoli camuffamenti. Naturalmente, l’uniforme verrebbe usata solo nello stretto ambito del comprensorio dove ha luogo l’attività militare.

In alternativa, sarebbe opportuno un accordo in ambito NATO che, valutate le questioni di sicurezza dell’intera area e in piena identità di vedute con gli altri partner, stabilisca una regola comune valida per tutti i Paesi, evitando che si possa irridere dei partecipanti italiani, eliminando il divieto fino al raggiunto accordo.

Gen. C.A. (c.a.) Pietro Solaini

  

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

  

CENTENARIO DELL’UNIONE LOMBARDA UFFICIALI IN CONGEDO (ULUC)
(Milano, 30 e 31 marzo 2019)

Centenario1Peceduta da una riunione presso il Circolo Ufficiali, si sono svolte in Milano le celebrazioni per il Centesimo Anniversario della nascita dell’Unione Lombarda degli Ufficiali in Congedo, che può essere considerata come un movimento associativo che ha precorso la costituzione dell’UNUCI, il cui spirito era maturato nelle trincee italiane durante la Prima guerra mondiale.
Centenario2Per onorare la ricorrenza, la Delegazione regionale UNUCI della Lombardia ha organizzato un convegno per il giorno 30 marzo e un raduno regionale per il giorno successivo.
Il primo evento ha avuto luogo nella sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, con la partecipazione di autorità civili e militari, dei Presidenti delle Sezioni UNUCI della Lombardia, di iscritti, simpatizzanti e di organi di stampa. Nel corso del convegno, hanno preso la parola il Prof. Massimo de Leonardis, docente ordinario di Storia delle relazioni e istituzioni internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il Delegato UNUCI della Lombardia, il Gen. B. Mario Sciuto e il Presidente nazionale Gen. C.A. Pietro Solaini.
Centenario3Centenario4Il 31 marzo si è svolto il raduno regionale. I partecipanti, partiti da piazza del Duomo, hanno sfilato per le vie di Milano fino al Sacrario ai Caduti in piazza S. Ambrogio, preceduti dalla banda della 1ª Regione Aerea, seguita dalla Compagnia di formazione dell’UNUCI in uniforme e dai Soci in tenuta sociale.
Centenario5Il reparto, schierato davanti al Sacrario, è stato passato in rassegna dal Presidente nazionale UNUCI, e dopo l’Alzabandiera e la deposizione di una corona ai Caduti, è stata data lettura del comunicato della Ministra della Difesa. Dopo l’indirizzo di saluto del Delegato regionale il Presidente nazionale, con un caloroso accenno all’Unione Lombarda degli Ufficiali di Complemento, ha concluso il raduno e le celebrazioni.

  

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

 

IL 5 X 1000 ALL’UNUCI

Anche quest’anno, attraverso la destinazione del 5 per 1000 nella propria dichiarazione dei redditi (mod. 730 e UNICO) puoi sostenere le attività dell'UNUCI inserendo nella casella dedicata al “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale…” il codice fiscale:

80107650584

 


Accesso Sezioni
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

  

ssl


 

Tutte le richieste di variazione al sito debbono essere inviate al seguente indirizzo mail rivista@unuci.org